sabato 17 settembre 2011

#ANTIBANKS DAY# - 17 SETTEMBRE - OCCUPAZIONE DI PIAZZA AFFARI


Noi cittadini del mondo occuperemo piazza affari, in contemporanea a Wall Street e alle principali borse europee.
Vogliamo protestare contro il signoraggio, che ha ridotto le nostre democrazie in dittature economiche, che ci hanno resi schiavi di un sistema, in cui l’etica e la morale, non hanno più importanza.
Le banche centrali private, stanno commettendo un grosso crimine nei confronti dell’umanità e i nostri governanti ne sono i complici.
Noi cittadini, per pagare il debito pubblico, siamo costretti a vivere condizioni di vita poco dignitose.
Noi protestiamo perché rivogliamo:
- la sovranità popolare
- i diritti sociali che ci stanno negando
- un’informazione libera dalle logiche di potere politico ed economico
L’iniziativa vuole essere anche un momento di sensibilizzazione e comprensione dei problemi economici.
Tutti i gruppi e movimenti, che condividono gli obiettivi, sono invitati ad aderire, diffondere l’evento e partecipare.


La giornata oltre ad avere uno scopo informativo sulle tematiche economiche, vuole diventare un momento di confronto e interazione tra cittadini, da cui far emergere proposte e collaborazioni.
Per garantire il rispetto reciproco ci ispireremo alle regole delle assemblee degli Indignatos spagnoli, per permettere a chiunque lo desideri e si ritrovi nei valori dell’antifascismo, antirazzismo, antisessismo e della non violenza, di poter partecipare attivamente esprimendo la propria opinione o proposta. L’iniziativa è indipendente da qualsiasi organizzazione partitica.


PROGRAMMA:

- ore 11.30 Giulietto Chiesa www.giuliettochiesa.it

- assemblea con tema “controinformazione ed economia”


- assemblea con tema “economia e lavoro precario”

- ore16.00 Salvatore Tamburro http://www.democraziadirettasovranitamonetaria.it/


- assemblea con tema “economia, mafie e spazi pubblici”

- ore 18.30 Moni Ovadia http://www.moniovadia.it/

- assemblea con tema “cultura ed economia”




DOCUMENTO MANIFESTO - ANTIBAKS DAY 17 SETTEMBRE 2011


Noi cittadini che ci siamo riuniti davanti alla borsa di Milano: siamo indignati per la dittatura economica che stiamo vivendo. Vogliamo sottolineare che siamo persone pacifiche, che non hanno nessuna intenzione né provocare le forze dell'ordine, né di creare disordini, ma semplicemente fare le nostre richieste:


1) Chiediamo alla Banca Centrale Europea e alla Banca dItalia (che per il 95% è in mano a private società per azioni) di farsi carico del Debito Pubblico, che hanno generato a nostre spese. Non vogliamo che tale debito gravi sulle spalle dei cittadini. I governi di turno, per mantenere i patti con le banche, vengono obbligati ad effettuare tagli sulla spesa pubblica e ad innalzare le imposte. Il Signoraggio Bancario, ossia la truffa generata da questo sistema finanziario, è il male che vogliamo debellare dalla nostra società.
2) Chiediamo il ripristino della Sovranità Monetaria. Lo Stato deve avere il potere di gestire la propria politca monetaria e di emettere la moneta necessaria al soddisfacimento della spesa pubblica, in modo tale che tutti i beni e servizi utili al benessere della collettività siano garantiti, senza generare nuovo debito. Chiediamo quindi la Nazionalizzazione delle Banche Centrali. Vogliamo che il potere di emettere moneta sia esclusivamente nelle mani del popolo e non in quelle delle banche private. La moneta deve essere di proprietà del portatore.
3) Riteniamo che la politica rappresentativa sia un fallimento, in quanto non è più in grado di rappresentare il volere popolare. In una democrazia è il popolo che deve governare. Chiediamo quindi, che venga dato il giusto potere agli strumenti di democrazia diretta: proposte di legge e referendum. Vogliamo che in parlamento vengano discusse le iniziative popolari. A tal riguardo chiediamo l'introduzione di referendum propositivi e confermativi.
4) Chiediamo che lo Stato come Istituzione garante dei diritti dei cittadini, non subisca direttive da istituzioni sovra-nazionali, non elette democraticamente dalla popolazione (BCE:Banca Centrale Europea, FMI: Fondo Monetario Internazionale, BM: Banca Mondiale, OMC: Organizzazione Mondiale del Commercio, Commissione Europea), nè da altre istituzioni segrete, quali il gruppo Bilderberg o la Commissione Trilaterale .

IN SINTESI chiediamo:

- estinzione del debito pubblico e eliminazione del signoraggio bancario

- sovranità monetaria nelle mani del popolo

- democrazia diretta

- libertà culturale dai poteri economici

15 commenti:

  1. dov'è possibile seguire la protesta??

    RispondiElimina
  2. Su facebook a prestissimo un livestream

    RispondiElimina
  3. Consiglio questo link per seguire globalmente tutte le occupazioni.
    Aspettiamo che inizi l'occupazione a wall street. Se funzionerà come si deve riuscirà a essere un potente traino nel resto del mondo

    RispondiElimina
  4. Mi son dimenticato il link :)
    http://trendsmap.com/topic/%23occupywallstreet

    RispondiElimina
  5. Vorrei far parte delle operazioni di anonymous italy
    come fare?

    RispondiElimina
  6. Buonasera.
    Vengo qui per porvi una domanda.
    È possibile riavere i windows live spaces che hanno eliminato trasformandoli in word press? Grazie in anticipo per la risposta.

    RispondiElimina
  7. Anche qui :-) [ https://occupywallst.org/ ]

    RispondiElimina
  8. Perchè non lasci agli utenti la possibilità di pubblicare i commenti in modo
    anche anonimo?

    RispondiElimina
  9. Ammetto di non condividere l'anonimato su alcuna piattaforma web, circostanza e situazione, e lo premetto perchè è bene essere chiari sin dal principio. Chi crede di potermi attribuire qualsivoglia orientamento politico e/o ideologico in questa mia propensione è libero di farlo, cosciente del fatto però che una qualsiasi opinione ( altro non potrebbe essere se dettata da chi non mi conosce ) sia soggetta per sua natura all'equivoco di fondo, ivi compresa la mia, che seguiterò ad esporre. Anche se da esterno e con cadenza incostante, ho seguito le vostre gesta, italiane e non, apprezzandone gli intenti condannandone la forma.

    La privacy non esiste, è come pretendere che il nostro armadio o comodino di casa sia a prova di scasso. Poco importa quanto blindato sia, qualsiasi malintenzionato dotato delle giuste cognizioni e misure può riuscire ad aprirlo, ed anche laddove possa risultargli proibitivo, può lederne la superficie e procedere in diverso modo.

    Gli onesti non hanno da temere alcuna violazione fintanto che non venga minacciata la loro indennità fisica. I disonesti invece hanno paure maggiori, gravate dal pericolo che i loro affari siano resi pubblici.

    E questo vale esattamente per i Banchieri, dei quali è bene parlare citando anche i loro principali referenti, i CORROTTI. Limitante sarebbe confonderli con i soli Politici, molte altre sono le categorie speculative delle quali pochi altri parlano, a differenza vostra, altro vostro merito... molti altri ne avete, ma quell'unico neo che vedo in voi e nel vostro movimento, che poi è per l'appunto l'anonimato, ahimè ( o buon per voi :P ) ci terrà sempre distanti. PROSEGUE =>

    RispondiElimina
  10. => PROSEGUE Ottimo, adesso veniamo al nocciolo della questione: le vostre richieste.

    1) Debellare il Signoraggio Bancario è una buona cosa, ma chiedere loro di estinguere un debito contratto con lo Stato senza alcuna previa coercizione mi sembra alquanto esagerato. Lo Stato è complice del suo stesso male. Non stiamo parlando di strozzinaggio, il nostro non è un caso di usura... date le somme questo siamo portati a credere, ma non è così. Lo Stato sapeva quel che faceva, gli accordi non venivano stipulati verbalmente o su pezzi di carta stralciati ed eliminati poi con la costante minaccia di dover rendere quanto pattuito a caro prezzo. Fosse andata così sarei completamente d'accordo con voi, ma sappiamo bene che così non è andata. Ora, lo Stato siamo noi qualcuno dice... potrà anche essere, ma la mia firma su quegli accordi io non lho messa, e questo basta. La mia idea ? Si faccia carico chi è sceso a patti con loro senza opporre la minima resistenza. E grazie all'effettiva presenza di attività siglate e riconosciute, non credo sia così difficile risalire a chi ci ha danneggiato e continua a danneggiarci. Il Governo attuale e quelli precedenti, inclusi i Partiti. Vengano tassati loro, insieme alle banche s'intende, che sapevano, sapevano che lo Stato, gli Stati, ci avrebbero rimesso vita natural durante. Che fare nel nostro caso ? Sospendere qualsiasi rimborso o sovvenzione a chi di evitare questo declino mai o sin troppo sporadicamente si è occupato. A chi ? ORGANI DI INFORMAZIONE ( un esempio tra tutti: i Giornali, che ne percepiscono a pacchi ), PARTITI ( per chi non sa come e quanto finiscano col percepire da fondi pubblici, sia tenuto a provvedere quanto prima ), incluso il dimezzamento ( come minimo ) delle omonime pensioni di PARLAMENTARI & Co. con le loro indennità e stipendi ( incassati od incassabili ). Io direi che sarebbe un segnale assai discreto, quantomeno di coerenza, no ?

    2) Senza prima aver risolto il punto 1, il futuribile lascia il tempo che trova. Sicuramente però, qualsiasi cosa sarà ciò che si spera sarà diverso, dovrà essere pubblicamente tra-spa-ren-te. Internet è dalla nostra, questo si sa che si può fare, dalle transazioni agli stipendi ecc ecc.

    3) Concordo in larga parte, anche se potrebbe essere interessante dibattere sull'anonimato delle votazioni. Anche su quello mi batto, e su questo tutto potete dirmi, tranne che sia il meno auspicabile in termini di effettivo nostro controllo. Noi stessi potremmo verificare e far la conta, così come essere certi che il nostro voto ( o non voto ) sia avvenuto ( o non avvenuto ). Follia la mia ? Può essere, mi piacerebbe dibatterne con voi, anche per via privata se preferite.

    4) Concordo in pieno, ma per impedire quanto avete in mente di impedire si dovrebbe inasprire la loro capacità di "intrallazzare" con chi non sia dichiaratamente tra le loro file. Se dovessero venir fuori accordi presi tra loro, ( Cariche dello Stato & Co. con Istituzioni Ombra ) immediata espulsione con demerito ( con annesse conseguenze economiche/detentive GRAVISSIME ) sia ai primi che ai secondi. Non sussisterebbe reato ? Introduciamolo.

    IN SINTESI: ritengo di essere un vostro scettico simpatizzante... ripasserò volentieri.

    RispondiElimina
  11. quando arriva il 5 novembre.

    RispondiElimina
  12. dopo il 4 novembre.
    da che mi ricordo è sempre stato così :D

    RispondiElimina