sabato 3 settembre 2011

Appello ai cittadini indignati per la Grande Assemblea Popolare del 10 Settembre

Non è vero!


Non è vero che nulla può cambiare e che le cose sono sempre andate così.



Svegliamoci dal torpore!


Questo mondo è il nostro mondo e sta solo ed unicamente nella nostra capacità di riprendercelo la possibilità di scongiurare la catastrofe che si annuncia all'orizzonte.


Sappiamo che la crisi in cui versa il sistema, oltre a rappresentare un disagio nella vita di ognuno, può essere un'opportunità di cambiamento per tutti noi, a patto di abbandonare l'individualismo, ricompattando il tessuto sociale disgregato, abbracciando il sentimento di indignazione internazionale che sta aggregando la gente in molti paesi da Cile alla Grecia, dall'Egitto alla Spagna ad Israele e oltre.


La logica del profitto a tutti i costi ha posto in secondo piano la felicità dell'essere umano, la paura e l'indifferenza hanno preso il posto della solidarietà.


Per questo il nostro progetto è quello di dare vita ad un movimento assembleare di massa capace di mettere in discussione e trasformare il sistema fin dalle fondamenta.


Tornare a fare politica, fuori dai partiti istituzionali, fuori dai palazzi, fuori dalle logiche di bottega, sempre uguali a sé stesse.


Tornare nelle piazze, riappropriarsi del potere del confronto e della parola, è questa la nostra potenza, al contempo pacifica e rivoluzionaria.


Aspiriamo ad una società che ponga l'essere umano al centro, al posto dell'economia e delle classi sociali, affinché non sia più possibile lo sfruttamento dell'uomo sull'uomo.



Nel nome di principi ispiratori come:




1 nonviolenza “attiva”;


2 assenza di leader ovvero di organi di rappresentanza con poteri decisionali;


3 non affiliazione ad alcun partito, sindacato, bandiera;


Desideriamo proporre un’assemblea in cui:



1 legittimità democratica sarà assicurata dalla partecipazione individuale e paritaria;


2 il processo decisionale è basato sul metodo del consenso e non sulla maggioranza assoluta;


3 è possibile iniziare un confronto su tematiche che saranno in seguito dibattute in apposite commissioni di lavoro.


Con questo appello lanciamo le giornate del 10 e 11 settembre. Saremo

in piazza San Giovanni per sperimentare una grande assemblea e lanciare in

queste due giornate la nostra parola d'ordine: assemblee indignate nei

quartieri e nei luoghi di lavoro!


PARTECIPA!

ItalianRevolution - Democrazia reale ora

http://www.youtube.com/user/democraziarealeora

Evento su Facebook









Nessun commento:

Posta un commento