mercoledì 12 marzo 2014

#MRLAB:La ricerca universitaria è immonda e dannosa se asservita ai bisogni dell'industria bellica!



Con questa ulteriore operazione antimilitarista Anonymous ha preso il controllo dell'account twitter del Microwave and Radiation Laboratory del Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione dell'università di Pisa, che "vanta" collaborazioni, tra cui quelle con il RASS (Radar and Surveillance Systems) e con Selex. Il direttore del MRLAB, Enzo Dalla Mese è anche capo dell'appena citato RASS e questo organismo a sua volta coopera con Vitrociset, MBDA, Selex Galileo.





Chiaramente le aziende citate sono tutte produttrici di armi. In realtà a Dalla Mese sono anche affidati numerosi progetti da parte del Ministero della Difesa.

Ritenendo dunque questo individuo altamente implicato nel perfezionamento di sempre più efficaci congegni bellici, abbiamo deciso di defacciare la sua pagina web sostituendo al suo profilo professionale il nostro ultimo comunicato antimilitarista.





A tal proposito ricordiamo che quest'ultimo riporta del clientelismo nella nomina degli ingegneri delle industrie belliche statali e della conseguente inefficienza degli armamenti italiani evidenziando anche un caso di spionaggio industriale a carico di un ammiraglio.
Il tutto è documentato da emails e materiale proveniente da utenze private prelevate da Anonymous. Nell'enorme mole di dati privati che descrivono il corrotto parassitario ambiente dell'industria bellica, acquisiti da Anonymous con l'ultima operazione contro la MMI, il nome di Dalla Mese compare molte volte quindi alleghiamo di seguito alcune delle mail che in qualche modo possano riguardare lui o il RASS, che egli dirige. (Link emails_Enzo Dalla Mese+RASS)

Colpendo dunque questo laboratorio con la presente dimostrazione di "dissenso digitale" vogliamo esprimere il nostro disprezzo per gli eserciti le industrie belliche ed il nostro disgusto per una ricerca universitaria che ci appare qui del tutto piegata agli interessi dei produttori di armi.

Al bando gli eserciti lo stato e le gerarchie!

Viva la conoscenza libera dagli interessi degli aguzzini degli eserciti!

We Are Anonymous
We are legion
We do not forgive
We d not forget
Expect us

1 commento:

  1. Le industrie delle armi sono una delle industrie che non sentono la crisi.
    La guerra è il totem dei predatori, la razza umana è il predatore più distruttivo del Pianeta.
    L'Italia è uno dei maggior produttori mondiali di armi, interviene sempre nelle cosidette "missioni umanitarie" (guerre camuffate) ospita basi atomiche, e noi cittadini non contiamo un fico secco anche perchè crediamo ancora alla farsa delle elezioni democratiche e alle palle dei partiti.
    BASTA

    RispondiElimina