giovedì 11 febbraio 2016

Anonymous Italia #OpUnMask

 
 
 Salve CNAIPIC,
Anonymous vi dedica la sua attenzione per motivi che sicuramente non vi sono nuovi.
Nel corso degli anni abbiamo appreso che il vostro interesse per il mondo IRC è cresciuto a dismisura soprattutto nei server di AnonOps, ma i fini non sono cambiati, se siete riusciti ad accedervi non avete ancora imparato ad esprimervi o creare una forma di comunicazione leggibile, e chi ci è riuscito avrà tutta la nostra attenzione da qui in avanti. 
Malgrado si possa pensare che una piattaforma vecchia di 20 anni come l’IRC possa offrire poco, è riuscita nel suo piccolo a offrivi notorietà nel settore informatico per garantivi il cavillo giuridico-economico che consente di imputare milioni di euro di spesa al bilancio pubblico con la ormai notoria voce conosciuta come  “sicurezza dei sistemi informatici e delle infrastrutture critiche” dal 2011 ad oggi, dicitura a voi assai cara. 

Malgrado vi presentiate come “Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche”, in cui dichiarate di essere difensori della legalità,  detentori della sicurezza e  mediatori della giustizia, nella realtà la vostra esistenza ed il vostro operato risulta basato  su una organizzazione corrotta che opera al di fuori della legge e delle procedure, che procede a sequestrare inutilmente materiale informatico non inerente alle indagini, materiale che non sara mai utilizzato come fonte di prova effettiva e pertinente in nessuna delle vostre indagini. 
Verranno invece utilizzate al fine di svolgere azioni illegali con agenzie di Intelligence non solo territoriali ma soprattutto straniere per far alimentare i vostri dossier, i vostri database, contenenti le più disparate tipologie di informazioni, che poi venderete al miglior offerente, senza escludere dai compratori quei governi nei quali vengono violati i più basilari diritti umani.  Di fatti mentre chi incriminate viene arrestato e trattenuto per anni, il vostro gioco di spionaggio globalizzato è più esteso di quello che si possa pensare con una lista di contratti abbastanza ricca e di cui facciamo omaggio nel ripresentarvi:
 
•    Egitto: Ministero del Trasporto e delle Comunicazioni
•    Australia: Ministero della Difesa
•    Russia: Atomstroyexport, Diaskan, Sibneft, Gazprom etc.
•    Ukraine: Svariate ambasciate sul territorio e sedi del paese.
•    Nepal: Ministero degli Affari Esteri
•    Bielorussia: Ministero degli Affari Esteri, Belneftehim, Belspetzexport
•    Gibilterra, Cipro, Isole Cayman, ecc: Tecno Develp, Line Holdings, Dugsberry Inc, Alpha Prime, Alpha Minerals etc.
•    Vietnam: PetroVietnam (PTSC), Ministero delle Risorse Naturali (MONRE)
•    India: Ministero della Difesa
•    USA: EXXON MOBIL, Dipartimento dell’Agricoltura US, e gruppi di procuratori e avvocati DOJ tra cui: McCallion & Associates LLP, Goodkind, Labaton, Rudoff & Sucharow, LLP, e altre centinaia di agenzie pubbliche o private che non avrebbero alcun motivo di esistere e che vengono di di fatto sostenute con  le tasse dei cittadini.

Tra questi non mancheremo di citare,  anche gli ultimi eventi: Iraq, Siria, Germania, Francia e con esse le proprie Intelligence senza dimenticare gli accordi commerciali presi con Hacking Team cui avete acquistato materiale per Spionaggio di Massa, pratica a cui siete sicuramente abituati da anni e che pur essendo completamente illegale viene permessa, anche tramite la creazione di apposite società fantasma presenti e future che verranno utilizzate per la "Sicurezza della Repubblica", ed essendo l’Italia un paese da occhi chiusi anche avvolta da fantomatici nomi o nuove società per la “Sicurezza della Repubblica”.

Aguzzini al soldo delle Istituzioni, adempite a ciò che il senso comune chiama «lavoro» dando sfogo, di fatto, a ferocia, maltrattamenti, violazione dei diritti umani. Avete tentato di affossare l'inestimabile contributo di chi ha lottato insieme a noi per difendere gli ultimi aliti di Libertà rimasti. Lo avete fatto trincerandovi dietro una pseudo-legalità che null'altro compie, se non incatenare il dissenso e spegnere i barlumi del cambiamento. Le carceri di regime scoppiano nell'oblio delle Istituzioni e nel dolore dei reclusi; si processano le idee con l'intento di tarpare le ali a chi ha agito senza alcun tornaconto economico per fornire il proprio contributo alla difesa di valori come uguaglianza e libertà.

Vi ritenete senza colpe poichè sedete comodi dietro una scrivania, al soldo delle Intelligence da cui traete profitto, ma nelle vostre email leggiamo @interno.it, per tali ragioni desideriamo ricordarvi anche le vittime della violenza oppressiva praticata dalle forze dell'ordine italiane contro inermi esseri umani:

Federico  Aldrovandi (2005), Stefano Cucchi (2009), Riccardo Rasman (2006),  Giuseppe Uva (2008), Niki Aprile Gatti (2008), Carlo Giuliani  (2001),Massimo Casalnuovo (2011),Gregorio Durante (2011), Aldo Bianzino  (2007), Gabriele Sandri (2007), Simone La Penna (2009), Manuel  Eliantonio(2008), Marcello Lonzi (2003), Michele Ferrulli (2011), Dino  Budroni (2011), Carmelo Castro (2009),Daniele Franceschi  (2010),Giuseppe Casu (2006), Piero Bruno (1975), Giovanni Ardizzone  (1962), Rodolfo Boschi (1975). (la lista dei morti di Stato sarebbe molto più lunga).
SOPRAVVISSUTI: Luciano Isidro Diaz, Stefano Gugliotta, Luigi Morneghini, Paolo Scaroni

L’immonda arroganza con la quale alcuni poliziotti appartenenti ad un sindacato di polizia hanno intimidito la madre di Federico Aldrovandi.
Il gran numero di suicidi tra i detenuti di molte carceri: ciò è testimonianza delle condizioni disumane di reclusione e lascia dubbi sulla effettiva condotta della polizia carceraria.
Il disgustoso modus operandi che anima le perquisizioni, vere e proprie attività inquisitorie ed oppressive che hanno prodotto vittime.
Le condizioni disumane di reclusione dei centri per immigrati (C.I.E); strutture d’internamento prolungato circondate da recinti. Chi vi è recluso in realtà ha la sola colpa di essersi salvato la vita raggiungendo l’Italia.

Oggi, però, desideriamo focalizzare  la nostra attenzione sugli gli eventi accaduti negli ultimi 5 anni. 
 
Il rapporto tra CNAIPIC e Anonymous si è sempre più ampliato, e' maturato, e quest'ultimo è stato preso di mira e qualificato da taluni come "associazione criminale". Occorrerebbe una disamina approfondita e sostanziale sull'operato del CNAIPIC per stabilire se, ed in quale misura, opera nell'ambito della legge, fosse anche questa una legge speciale dedicata a questa fantomatica "sicurezza della repubblica e delle infrastrutture critiche". 
A dirla tutta, a tutt'oggi non troviamo alcun riscontro in tal senso, avendo avuto modo di verificare brevi manu il loro modo di operare.
Abbiamo perso tanti fratelli e amici mentre voi li accusavate di Cyber Terrorismo, ponendo in essere azioni penalmente censurabili che nulla hanno a che fare con l'applicazione della legge ed anzi ne rappresentano la massima forzatura ed interpretazione assai ad personam.
 
E tutto questo, con l'unico scopo che realmente rappresenta la vostra utilità, ossia far accrescere la vostra notorietà, fonte di guadagno e di consenso dall'opinione pubblica, con comunicati molto ricchi di dettagli e di enorme sfoggio di autocompiacimento sui metodi di cattura, comunicati che Anonymous sa bene essere COMPLETAMENTE FALSI e creati ad arte e risultano a dir poco squallidi come chi li concepisce... Si tratta di una tale ovvietà che non offre alcun spunto di stupore alla luce delle considerazioni che precedono. 

Anche in questo vi dedichiamo una lista, la Nostra lista di anime libere, e piene di amore per la libertà altrui a cui avete pensato bene di togliere tutto;

phre; N4PST3R; synapse[ITA]; madhat; itan; helel; mAiL; netsec; divi; faith; tizbac; ims; cryzz; Otherwise; Aken.

La nostra sorella scomparsa:
m[A]llory

Fratelli oppressi, processati, condannati, siamo con voi. Siamo in ogni aula di tribunale, in ogni cella, in ogni casa ridotta a mera prigione.

Ma certamente non poteva mancare anche una Vostra lista. Con un certo senso di disgusto ma una forte voglia di giustizia vi presentiamo 2 di una lunga serie di nomi che vi menzioneranno:

Federico Pereno; nato a Roma il 05/01/1969 
C.F PRN69H05H501J, 
IBAN: IT 74Q01005032950000000000134
EMAIL: federico.pereno@interno.it
Collaboratore di giustizia e Agente presso il CNAIPIC
In servizio come agente infiltrato nei canali IRC dal 2013.
Nick posseduti: P0wB, newbie, Casp3r, Noise, Japper, Rebel, exodus, Ade e Send; usati per attività di logging e monitoraggio.
Client: XChat e Kvirc 4.2.0 

(immagine ad inizio post)
---
Davide Sut; nato a Roma; Collaboratore di giustizia.
Nick posseduti: P0wB e svariati connessi da webchat in orari differenti; usati per attività di logging e monitoraggio.


Ci dipingono come criminali, ma tutto quel che facciamo è mosso da sentimenti che radicati  nel sogno di un mondo libero, senza catene nè oppressione. Non agiamo in nome del profitto, non uccidiamo nessuno. 
 
E molto spesso paghiamo con la nostra Libertà. 
 
Ma sappiano, gli stupratori della democrazia, che le manette della pseudo-legge hanno solo valenza fisica. Noi siamo mossi da ideali, voi dal denaro e dalla logica del sorvegliare e punire. Un'idea non si può arrestare. 
 
Chi sono i veri terroristi?

Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria: siamo ancora qui, più infuriati che mai.
 
Per vendicare i fratelli caduti nelle mani del vostro deplorevole apparato repressivo.
 
Per smascherare ciò che nascondono i tentacoli del potere.
 
We are Anonymous
We are legion
We do not forgive
We do not forget
Expect us
 
 
 

21 commenti:

  1. Ma siete sicuri che la vostra lista di anime libere non sia la stessa dei collaboratori di giustizia? Io ci vedo tanto un #gomblotto! Fate scrivere gli articoli a qualcuno che abbia almeno compiuto i 15 anni di età e che sia consapevole dell'oramai Brand Anonymous! #Troll

    RispondiElimina
  2. Unknow, sinceramente se arrivi alla conclusione che "il Brand Anonimous" si riduce al troll, beh caro mio, ti assicuro che hai fatto la pipì un bel po' lontano dal vasino. Dietro al Brand anon c'è gente che la pensa in modo pulito, che è per forza contrario alle regole di un sistema che definirei un xxxxx di ologramma, che tiene ferme le persone dentro le loro paure. Fosse anche un quindicenne a scrivere gli articoli, ha la mia ammirazione, poerché al contrario dell'acqua del cesso, lui risale a mettere la testa fuori, dove l'aria è pulita ed il bene ed il giusto ovvi. Tu, che fai per un sistema migliore? Ti fermi al troll?
    OC

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti rispondo semplicemente che sono loro che si fermano al Troll, per quanto mi riguarda lho fatto cose molto più concrete di queste stupide e fantamotiche idiozie frutto di un qindicenne che non gli funziona piu la playstation!

      Elimina
  3. Edoardo Massari e Maria Soledad Rosas (1998), Francesco Mastrogiovanni (2009)

    RispondiElimina
  4. Complimenti per il post, avete ripreso informazioni discutibili uscite nel leak del 2011 da cui lo stesso movimento anonymous, quello vero, aveva preso le distanze in quanto non proveniente da loro.
    Non siete diversi dalla polizia che in modo meschino approfitta dei media per screditare le reali identità di chi si prodiga per ideali non sempre condivisi.
    Diffondendo pubblicamente i loro nomi e cognomi, per quanto abbiano scelto il lato sbagliato, non avete raggiunto alcuno scopo anzi avete tradito le ideologie proprie del movimento di tutela e rispetto della privacy.
    Siete degli sciacalli che approfittano solo di occasioni come OpParis per attirare consenso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cominciamo a mettere i puntini sulle I e anche sulle X, soprattutto sulle X. OpParis è stata un'operazione creata da un personaggio squallido salito agli onori della cronaca perchè il suo fine ultimo era proprio quello. Anonymous italia (quella vera, cioè questa... tutto il resto è noia) si è dissociata da questo personaggio che ha solo creato problemi. Li leggi i giornali? anche se il 90% di quello che scrivono sono fesserie basta gettarci un'occhio, prendere le notizie con le pinze e vedrai che qualcosa ne tiri fuori. Anonymous italia non ha chiesto nessun aiuto a questo personaggio, non è nello stile di anonymous. Se tu conoscessi il mondo di Anonymous sapresti bene che 1) Anonymous non ha bisogno di chiedere aiuto a nessuno, grazie a dio ha elementi validi al suo interno, pochi ma buoni 2) chiunque può entrare a far parte di anonymous, la porta è sempre aperta a tutti e nessuno viene ne sfruttato ne usato come capro espiatorio (a differenza di come ha fatto e sta facendo questo signore per tirarsi addosso un po di fama). E' palese e sotto gli occhi di tutti che anonymous non aveva bisogno di un dj da 2 soldi per "fare i video" (testuali parole sue durante un'intervista a un giornalista dell'ansa). E infine, ultima cosa, ma non meno importante , siete voi che venite qui a tirare merda scrivendo fesserie che rasentano il ridicolo. Negli ultimi 6 mesi ho osservato in silenzio una miriade di cazzate cosmiche che siete venuti a scrivere qua, basta guardare i vecchi post: spacciatori di droga, appartenenti alla p3 (lol, questa poi), com'era l'altra? substrato della parte industriale... boh! comunque questo dimostra che i drogati e fulminati di testa siete voi e non noi. E poi parli di privacy? e la privacy dei nostri compagni è stata rispettata? hanno/avete sbattuto in prima pagina i nomi di aken e otherwise quindi non vedo perchè anonymous non debba fare altrettanto con chi (non avendo altri mezzi a disposizione viste le scarse competenze informatiche) si è infiltrato per mesi nella nostra chat, ha conquistato la nostra fiducia, alcuni di noi molto ingenuamente hanno aperto il cuore (leggasi cuore) a queste persone per trovarsela nel culo ed essere additato come criminale facente parte di organizzazione a delinquere. Adesso ti dico l'ultima cosa e poi stacco, il signor X è inutile che si lamenta di essere stato sputtanato dai giornali perchè nel suo caso (e ora ti svelo una cosa che sa solo chi stava la dentro) lo sapevano cani e porci chi era X (alias warning), da mesi si sapeva tutto di lui, nome, cognome, indirizzo, telefono, marca della carta igienica che usava, numero di scorregge emesse durante il giorno, ecc ecc. Una buona giornata

      Elimina
    2. Caro Logan, parlo da vecchia guardia di Anonymous e quindi da indagato e da sempre in prima linea contro ogni forma di ingiustizia:
      1) il tuo caro amico X che ora tristemente e vigliaccamente rinneghi è stato per anni nel gruppo Anonymous Italia ed ha combattuto da grande fratello in prima linea! Quindi quello che chiami dj da strapazzo è quantomeno il tuo papà virtuale!
      2) Chi si è infiltrato nel famigerato e blasonato gruppo di anonymous può operare sicuramente con competenze limitate e quindi sfruttare le sole capacità che gli sono concesse. Ripeterò fino alla nausea che i collaboratori di giustizia che voii avete indicato non sono sicuramente i responsabili degli arresti avvenuti negli ultimi tempi. Fossi in voi guarderei con molta attenzione a chi viene data la famigerata corona di operatore che, secondo il mio modesto parere di vecchia guardia anonymous, è ancora li a fare il doppio gioco a stipendio del vostro nemico!
      3) concordo con il fatto che un vero anon nin viola mai le regole della privacy. Non rientra nello stile, nella politica e nelle ideologie di un gruppo che io ho vissuto agli albori.
      Per concludere, siete solo dei giovani dissidenti in cerca di fama e di pubblicità Con la complicità di qualche giovane journalist!

      Elimina
    3. e secondo te non mi ricordo di w.....g? o sei tu in persona o stai girando la frittata. Amico mio? il mio caro? papà? lol, aspe.. papa me lo scrivo perchè mi piace. NEL FAMIGERATO lol :))) si pregano i gestori di questo blog di stare attenti, anonymous è famigerato :))))
      Ecco appunto, per concludere, siamo solo giovani... ammazza se mi conosci :)))) ammazza che vecchia guardia, infatti sai anche che sono operatore. In realtà sono il mega direttore galattico di anonymous.Per punizione ti crocifiggo in sala mensa.

      P.S. Non immagini quante cose ho scritto e poi cancellato in questo commento. Ma questa è un'altra storia...

      P.S 2: "è ancora li a fare il doppio gioco a stipendio del vostro nemico!"
      Davvero? :O

      Elimina
    4. L'unica cosa sensata che ho letto è il PS! Sta per play station vero? I salvatori dell'Isis! Ipocriti e bugiardi! Nient'altro.

      Elimina
    5. Senti un po silvio pellico, se ti vai a leggere i post di questo blog dal 1920 a oggi ti accorgi della MIA coerenza (do you known "coerenza"? do you understand?). io uso un nick e quando lo cambio mi faccio riconoscere, non ho dubbi che a scrivere le cazzate che scrivi potrebbe essere qualcuno che in questo momento da qualche altra parte mi scrive "ciao amore mio, tvb, ccp, http, w logan, "ciao sono un coglione sai come si accende un pc?" e cazzi vari), pero a differenza vostra (amici, sbirri, infiltrati, eunuchi, mezze seghe, terminator, ecc) io uso l'onestà. Lo sapevi che si può essere onesti anche da nemici? si chiama etica. Anche se tu sei contro di me hai la stessa etica (altrimenti ammazzati perchè vuol dire che non sei un uomo sei una merda umana che si vende per 2 lir.. ops euro). Etica, coerenza...queste sconosciute. Ormai è un tutti contro tutti. Bella tecnica. Scommetto che sei serio quando mi chiedi cosa vuol dire PS. Sta per Post Scrotum. A proposito beccati quest'altro PS

      P.S. improvvisamente i commenti sulla p2, massoneria, drogati, anonymous di merda, mao mao che prestano soldi, ecc ecc sono finiti. C'era qualche coglione vicino ad Alfano (il ministro) che spammava. Appena le op sono riprese lo spam è finito. boh, ma siete geniali. Ma mica lo dico io che sono un coglione (giuro, sono coglione e anche scemo), basta vedere i post passati di questo blog

      Elimina
    6. Eunuchi è il Top!

      OC

      Elimina
    7. A quanto pare ho colpito nel segno vista la tua gratuita maleducazione! Ecco signori! Questo è quello che rimane di Anonymous! Uno sgrammaticato riconoscibile con qualsiasi nick usi in un oramai tragicomico canale chiamato #operationitaly. Viva la vecchia guardia unita e capace, altroché questi insulsi e maleducati millantatori! #spreadthelove

      Elimina
    8. Anonimo Veneziano, ma quindi di cosa parli, di canali alternativi? Tu ne fai o ne hai fatto parte?
      Se esiste un metodo reale (sempre che #operationitaly non sia una via preferenziale) per unirsi ad Anon, potresti indicarcelo?
      Dicci come funziona, aprici le porte per cortesia.

      Elimina
  5. Caro anonimo, per me potrebbero aprirsi altre porte se indico le alternative adeguate al raggiungimento di determinati scopi! Meglio di no! Non ora! Almeno fino a quando i bambini con la corona tornino a fare i pagetti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspettiamo con ansia la pianificazione concreta dei tuoi progetti, per adesso vado a letto visto che a me lo stato non mi paga per stare qua. In ogni caso grazie per aver risolto uno dei dubbi piu grossi che avevo, e cioè "come mai in italia il tavernello è scomparso?"

      Elimina
    2. azz ho scritto 2 volte mi.... eh beh io sono sgrammaticato

      "che a me lo stato non mi paga"

      Elimina
    3. Forse te lo sei bevuto tutto! Lol

      Elimina
  6. oggi c'è stato un attacco hacker a skyitalia..rimarrà nella storia!

    RispondiElimina
  7. Condurre una campagna contro il terrorismo non è un reato, ma lasciare che la conducano quelli di Anonymous Italia (ora LulzSec ITA) invece sarebbe come lasciare che sputino addosso alle vittime di Parigi.

    Anonymous Italia e LulzSec ITA, i falsi e bugiardi siete voi che andate in cerca di potere ogni giorno, ecco le prove che mostrano il vostro metodo e l'ammissione dello sfruttamento del profilo Twitter di #OpParis cambiandone l'username (usando la password dell'account opparisofficial in mano a phonemix) per sfruttare i followers guadagnando visibilità con le menzogne: https://goo.gl/bwHmvb

    Grazie a quest'azione mi avete pienamente scagionato dandovi la zappa sui piedi rispetto che al comunicato su Facebook. Non portate rispetto neppure ai morti e sottraete le op a loro dedicate, ennesima figura di merda che porta il vostro nome, fate schifo.

    PS: non ho paura di firmarmi a mio nome, ho i coglioni per dirvelo con un'identità a differenza vostra.

    RispondiElimina
  8. Marco Mirabello pensa ai tuoi problemi con la giustizia, non serve che su FB ora fai tutto il fico.... fallito che non sei altro. E pensa ai tuoi figli, che hanno una merda infame come padre, poveracci che schifo di futuro che avranno per colpa tua.

    RispondiElimina